Choose your language

Where relevant you will see local information appropriate to the country/region that you select as your home country/region.

Notizie

Responsabilità civile delle Strutture Sanitarie e Socio Sanitarie

Luglio 15, 2019

IPR, Lloyd’s Broker del Gruppo, è in grado di fornire una copertura assicurativa “Claims Made” a tutela delle Strutture Sanitarie e Socio-Sanitarie.

Che cosa è assicurato?

  • Responsabilità civile verso terzi.
  • Responsabilità civile verso operai.
  • Responsabilità professionale sanitaria.

Si ricorda che:

  • la Legge Gelli Bianco prevede che la Struttura Sanitaria debba rispondere, in virtù della responsabilità contrattuale che la lega al paziente, anche dell’attività esercitata al suo interno da professionisti sanitari NON dipendenti;
  • la polizza di IPR copre non solo l’attività professionale esercitata dai dipendenti della struttura, ma anche di tutti coloro che prestano la propria attività come liberi professionisti.

Quali ulteriori garanzie sono ricomprese nella polizza offerta da IPR?

A titolo esemplificativo e non esaustivo, ed in addizione alle coperture sopracitate, la polizza si estende alle seguenti garanzie:

  • attività invasiva;
  • medicina estetica;
  • responsabilità professionisti sanitari non dipendenti;
  • attività di laboratorio.

Si precisa che sono assicurabili tutte le specializzazioni mediche e professioni sanitarie attualmente riconosciute in Italia (inclusa ginecologia, ortopedia, chirurgia plastica). 

Chi può essere interessato all’acquisto della copertura?

  • Strutture ambulatoriali.
  • Laboratori di analisi.
  • Centri diagnostici.
  • Residenze Sanitarie Assistenziali.
  • Case di cura.

Esempio.

Polizza piazzata di recente  da IPR:

  • Casa di Cura;
  • Fatturato €30.000.000 circa;
  • 150 tra dottori e infermieri (dipendenti e non);
  • Inclusione di ginecologia, chirurgia generale, ortopedia, diagnostica;
  • Somma assicurata €5.000.000;
  • SIR €200.000;
  • Premio netto di accessori e tasse circa €275.000.

Qual è la differenza tra franchigia e SIR (Self-Insured Retention)?

La franchigia impegna l’Assicuratore alla gestione del sinistro anche nel caso in cui l’ammontare del danno risulti inferiore al valore stesso della franchigia.

La SIR, al contrario, è l’importo che l’Assicurato tiene a proprio carico per ciascun sinistro impegnandosi alla gestione del sinistro stesso (ovviamente la scelta di questa opzione favorisce la riduzione del premio di polizza).

Esistono premi minimi?

L’appetito dell’Assicuratore tendenzialmente si concentra su strutture di medie dimensioni con fatturati a partire da circa €4.000.000 / 5.000.000.

I premi minimi partono da circa €15.000. Non esistono preclusioni in termini di specializzazioni.

Quali sono le informazioni necessarie per la valutazione del rischio?

  • Modulo di proposta debitamente compilato in tutte le sue parti.
  • Elenco sinistri (informazioni relative agli ultimi 10 anni di attività) con una breve descrizione dell’evento verificatosi.
  • Termini e condizioni in scadenza (premio, massimale, franchigia / SIR, retroattività, ecc.).

Per ulteriori informazioni il team di IPR è a Vostra completa disposizione chiamando il numero italiano 02 8736 9709 (ridiretto ai nostri uffici di Londra senza costi per chi chiama) o scrivendo agli indirizzi indicati nei Contatti.

Iscriviti alla Newsletter

No grazie