Choose your language

Where relevant you will see local information appropriate to the country/region that you select as your home country/region.

Notizie

Vantaggi della gestione diretta della difesa dell’Assicurato da parte degli Assicuratori

Luglio 26, 2017

Ai sensi dell’art. 1917 / 3° comma c.c. “le spese sostenute per resistere all’azione del danneggiato contro l’assicurato sono a carico dell’assicuratore nei limiti del quarto della somma assicurata.

Nelle polizze di RC Professionale è normalmente inserita una clausola che, nel richiamare il disposto di cui alla citata norma di legge, specifica come “gli assicuratori assumono, sino a quando ne hanno interesse, la gestione delle vertenze, tanto in sede stragiudiziale che giudiziale, designando ove necessario i legali e/o i tecnici.” Tale clausola precisa tuttavia che “gli assicuratori non riconoscono le spese sostenute dall’assicurato per i legali che non siano da essi designati.

In considerazione di quanto sopra, ove naturalmente non vi sia conflitto di interessi tra assicurato ed assicuratori, nel caso in cui l’assicurato venga citato in giudizio dal terzo danneggiato, è preciso interesse sia dell’assicurato sia degli assicuratori procedere al conferimento della difesa diretta all’assicurato da parte degli assicuratori tramite la designazione di un legale fiduciario.

Tale modus operandi presenta diversi vantaggi, sia in termini di efficienza gestionale che di contenimento dei costi, che andiamo di seguito ad elencare:

  • le spese legali non dovranno essere anticipate dall’assicurato, diversamente dal caso in cui questi proceda alla nomina di un legale di fiducia che sia successivamente approvato dagli assicuratori;
  • l’assicurato non dovrà provvedere alla chiamata in garanzia degli assicuratori sopportando i relativi costi supplementari (contributo unificato, spese di notifica, diritti ed onorari);
  • il legale designato dagli assicuratori – scelto tra una rosa di fiduciari a seconda della materia del contendere e della collocazione geografica del tribunale adito – sarà di comprovata professionalità ed esperienza, garantendo così una migliore tutela degli interessi dell’assicurato e degli assicuratori;
  • il rapporto diretto tra legale designato ed assicuratori consentirà uno scambio di informazioni più celere, velocizzando così ogni processo decisionale (si pensi, ad esempio, alla nomina di un consulente tecnico di parte, alle valutazioni circa l’opportunità di addivenire ad una bonaria composizione della vertenza attraverso una transazione, ecc).

Naturalmente, al fine di consentire agli assicuratori di assumere la gestione della vertenza attraverso la nomina di un legale fiduciario, è essenziale che l’assicurato informi immediatamente gli assicuratori dell’avvenuta notifica di un atto giudiziario.

Iscriviti alla Newsletter

No grazie